Dal 19 al 21 Giugno tornano le Giornate Europee dell’Archeologia promosse dall’Inrap (Institut National de recherches archéologiques préventives), in particolare in forma digitale, grazie all’operazione #Archeorama.

Ricostruzioni 3D, reportage, visite virtuali e numerosi eventi: al pubblico vengono proposte svariate attività digitali, per permettere così a tutti di scoprire l’archeologia.

Vengono inoltre proposte interessanti e originali attività per scoprire l’archeologia nei musei e presso i siti archeologici (laddove possibile, ovviamente).

Come ad esempio, le attività social del Museo Nazionale Romano e quelle del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia (molto attivo grazie alla passione ed alla costante attività digitale del suo direttore, Valentino Nizzo).

Il meraviglioso Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia

La Soprintendenza Speciale di Roma Archeologia Belle Arti e Paesaggio, diretta dal Soprintendente Daniela Porro, aderisce all’iniziativa proponendo approfondimenti, visite virtuali, contenuti digitali e giochi culturali.

Al centro dell’attenzione l’archeologia preventiva con un focus dedicato alle attività di ricerca più recenti, ma anche un percorso attraverso il patrimonio unico della città di Roma che spazia dal giacimento pleistocenico della Polledrara di Cecanibbio alle Terme di Caracalla, passando per monumenti e aree archeologiche come Santa Croce in Gerusalemme e la Piramide di Caio Cestio.

Non mancherà uno sguardo al passato con una storia a puntate su Rodolfo Lanciani, studioso di inizio Novecento a cui è dedicato il “Ritratto d’archeologo”.



0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *